Progetto 173 – CENTRO EDUCATIVO BOA ESPERANÇA (IX)

CENTRO EDUCATIVO BOA ESPERANÇA (IX)

Il progetto consiste nel cofinanziamento per mantenere il Centro Educativo Nossa Senhora de Boa Esperança (opere di manutenzione, materiale didattico e alimenti), sede della scuola primaria, oltre all’asilo, frequentata dai bambini del poverissimo quartiere di Baraca (ribattezzato, nel corso del 2010, dai suoi abitanti col nome “Boa Esperança” – Speranza) a Sal Rei, capitale dell’isola di Boa Vista a Capo Verde. Quartiere ove risiede praticamente il 60% della popolazione emarginata dell’isola. La scuola è frequentata da circa 240 bambini.

Altri Progetti

Alcuni dei progetti che l’associazione ha eseguito o sta eseguendo.

Sto caricando…
  • Progetto 177 – ASILO CLAUDIO MARCHINI em SÃO VICENTE I

    ASILO CLAUDIO MARCHINI em SÃO VICENTE I Un nuovo progetto che inizia quest’anno, dopo la ristrutturazione del fabbricato che ospita in parte la scuola dell’infanzia e l’asilo nido ultimato nel 2019, consiste nel sostegno alimentare e didattico dell’asilo intitolato a Claudio, posto nel quartiere di Monte Sossego a Mindelo, capitale dell’isola di São Vicente a […]

  • Progetto 178 – COSTRUIAMO UNA SCUOLA PROFESSIONALE III

    COSTRUIAMO UNA SCUOLA PROFESSIONALE III Il progetto consiste nella costruzione di una scuola professionale in località Torrada a Monte Sossego, quartiere popolare periferico di Mindelo, capitale dell’isola di São Vicente a Capo Verde, destinata alla formazione di cuochi, restauratori, musicisti, sarti (taglio e cucito). I lavori giunti al solaio di copertura del piano terra, nel […]

  • Progetto 176 – IL SORRISO DI SAO VICENTE VI

    IL SORRISO DI SAO VICENTE VI Il progetto consiste nel sostegno scolastico di circa 240 bambini bisognosi dell’isola di São Vicente che frequentano una decina di scuole primarie sparse per l’isola. Ai bambini forniamo il materiale didattico.

  • Progetto 175 – UN SORRISO NELLO SPORT IX

    UN SORRISO NELLO SPORT IX Il progetto consiste nel finanziamento dell’attività sportiva dei ragazzi down facente parte dell’associazione “L’Allegra Brigata”.